COMPITI DEI DOCENTI UTILIZZATI NEI PROGETTI CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA

 

I docenti utilizzati nei progetti atti a contrastare i fenomeni di Dispersione Scolastica, prestano un servizio di 36 ore settimanali (C.M.30 del 19/1/96)[1], in modo flessibile e funzionale alle attività connesse al funzionamento delle scuole comprese nelle singole reti, articolato nell’ambito dei seguenti livelli:

 

LIVELLO “SINGOLA UNITA’ SCOLASTICA”

 

In tale contesto i docenti utilizzati si configurano come risorse che agiscono e sostengono il cambiamento attraverso un interfacciamento continuo con tutti gli attori coinvolti nella realizzazione del piano dell’offerta formativa. Essi, inoltre, si pongono come figura di cerniera tra i soggetti istituzionali del territorio e la scuola nella quale operano, supportandone le iniziative progettuali e gli interventi mirati alla crescita socio-psico-educativa degli alunni e delle alunne. Gli stessi, inoltre, mirano a creare e/o consolidare sempre più il necessario raccordo Scuola-Famiglia, supportando anche la relazione genitori-figli attraverso lo sviluppo di un pensiero riflessivo e consapevole sulle modalità comunicative e sull’educazione affettiva.

Qui di seguito viene declinata la tipologia dei servizi offerti dai docenti utilizzati in attività psicopedagogiche su reti di scuole a livello di singola unità scolastica.

 

 

OBIETTIVI

TIPOLOGIA DEI SERVIZI OFFERTI DAI DOCENTI UTILIZZATI NEI PROGETTI CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA

Prevenire e contenere le diverse fenomenologie di dispersione scolastica (evasione, abbandoni, frequenze irregolari)

 

Monitoraggio periodico della presenza/assenza degli alunni all’interno della scuola;

Collaborazione con i Servizi sociali e i servizi degli EE.LL. preposti a contrastare i fenomeni della dispersione sulla base di protocolli d’intesa.

 

 

Qualificare i bisogni educativo - didattici e psicosociali dell’utenza in vista del contenimento del disagio giovanile e del raggiungimento di obiettivi formativi che ne agevolino l’inserimento consapevole nel mondo degli adulti

 

Incontri sistematici con gli operatori scolastici (dirigenti scolastici, docenti) per la qualificazione dei bisogni emersi dai risultati di strumenti testologici, atti a rilevare eventuali difficoltà di apprendimento, somministrati a tutti gli alunni in ingresso, e per la conseguente progettazione di adeguati piani di studio personalizzati volti a contenere le difficoltà e a sviluppare le abilità carenti.

 

Stimolare il personale scolastico ad interrogarsi sulle problematiche degli “alunni in situazione di difficoltà” al fine di affinare sempre più la loro competenza professionale

 

CONSULENZA E SUPPORTO PSICOPEDAGOGICO FINALIZZATI A:

Sviluppo della conoscenza e della capacità di gestione del disagio;

Tutoraggio di gruppi di lavoro centrati sulle discipline e su temi di rilevanza psico-pedagogica (pluralità delle intelligenze, intelligenza emotiva, cooperative learning, Peer Education);

Presa in carico degli alunni in difficoltà nel continuum educativo-formativo in sinergia con le altre agenzie del territorio;

Sviluppo della motivazione a partecipare ad attività di formazione organizzate dall’ Osservatorio Provinciale o di Area.

 

Sostenere la realizzazione di esperienze di apprendimento volte a garantire il successo formativo per tutti

 

 

Supporto ai docenti nella progettazione e gestione di percorsi laboratoriali atti a facilitare negli alunni la costruzione autonoma e consapevole della conoscenza;

Sostegno ai docenti impegnati in attività propedeutiche all’orientamento;

Consulenza ai docenti volto allo sviluppo di competenze relazionali nella gestione delle dinamiche del gruppo classe.

 

 

 

LIVELLO “RETI DI SCUOLE”

  

Qui di seguito viene declinata la tipologia dei servizi offerti dai docenti utilizzati in attività psicopedagogiche territoriali relativamente al livello reti di scuole:

 

OBIETTIVI

TIPOLOGIA DEI SERVIZI OFFERTI DAI DOCENTI UTILIZZATI NEI PROGETTI CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA

Favorire lo sviluppo di processi di continuità socio-psico-educativa dell’utenza in relazione ai cicli scolastici

Valutazione delle situazioni di rischio e monitoraggio nel continuum formativo attraverso il supporto tecnico ai team dei Docenti per la progettazione di adeguati interventi mirati.

Monitorare i dati di valutazione degli alunni, nonché i crediti e i debiti formativi scolastici a livello di area e di provincia

Raccolta ed elaborazione dati relativi alla dispersione scolastica;

Raccolta dei dati relativi alla valutazione degli alunni nonché dei crediti e debiti formativi scolastici.

Facilitare l’apertura e la collaborazione tra le scuole al fine di creare uno spazio di negoziazione dei bisogni nel rispetto dell’identità e della specificità delle singole Istituzioni

Ricognizione dei bisogni condivisi;

Promozione della cooperazione tra le scuole attraverso:

Riunioni Osservatori di area

Raccolta e analisi della documentazione progettuale delle singole istituzioni scolastiche

Promozione di Accordi di Rete tra le scuole.

Promuovere, all’interno della singola unità scolastica, azioni volte alla realizzazione di un efficace raccordo tra reti di scuole

 

Partecipazione alle attività di formazione integrata promosse dall’Osservatorio di Area;

Incontri assembleari con gruppi di genitori rappresentanti delle diverse classi dell’istituto, volti alla socializzazione delle attività di rete particolarmente significativi che richiedono anche la loro partecipazione;

Partecipazione alle attività di coordinamento promosse e calendarizzate dagli Osservatori di Area.

Favorire la ricerca e lo sviluppo dell’innovazione metodologica e didattico-educativa nell’ambito di reti di scuole per prevenire e contrastare le difficoltà di apprendimento

 

Partecipazione dei docenti utilizzati in attività psicopedagogiche su reti di scuole alle attività formative promosse dagli Uffici Scolastici Provinciali e dall’Ufficio Scolastico Regionale;

Costituzione di banche dati e raccolta di documentazione psicopedagogica e didattica;

Percorsi formativi rivolti ai docenti dei diversi ordini di scuola volti all’attivazione di ricerche-azioni sulle difficoltà di apprendimento e sulla gestione delle dinamiche conflittuali all’interno dei gruppi classe;

 

Sostegno alla progettazione e coordinamento delle attività relative ad interventi in rete interscolastica, interistituzionale (P.O.R./P.O.N., Piani Integrati di Area, Patti Educativi Territoriali, etc…..).

Coordinare gruppi di lavoro con docenti impegnati in attività di orientamento e tutoraggio in relazione all’assolvimento dell’obbligo scolastico e formativo

Progettazione di percorsi formativi rivolti ai Docenti delle Scuole in rete mirati alla realizzazione di attività di tutoraggio e orientamento.

 

 

LIVELLO “TERRITORIO/DISTRETTO”

 

L’esperienza del lavoro di rete interistituzionale, promossa e già avviata da alcuni anni dagli Osservatori di Area, evidenzia sempre più la necessità che i diversi soggetti istituzionali presenti nel territorio posseggano un modello comune di riferimento, a partire dalla “definizione integrata” di concetti quali “rete”, “successo formativo”, “gestione del disagio”, “promozione sociale”, “patto educativo territoriale”, etc…

Tale modello, complesso e articolato, implica la realizzazione di azioni propulsive finalizzate al successo formativo dell’utenza del territorio. Nel tempo, infatti, ci si è resi sempre più conto dell’esigenza di costruire una rete significativa interpersonale, interprofessionale ed interistituzionale per aggredire i fenomeni di dispersione scolastica e di disagio giovanile, nonché per realizzare interventi efficaci volti al successo formativo dei minori.

Al fine di incrementare i rapporti cooperativi tra le risorse del territorio, la realizzazione di Protocolli d’Intesa, opportunamente formulati, si rivela un’utile strategia di lavoro, una sorta di patto condiviso, a garanzia dell’impegno di tutti gli operatori coinvolti nell’esperienza della rete degli interventi di promozione sociale. Qui di seguito viene declinata la tipologia dei servizi offerti dai Docenti utilizzati   relativamente al livello interistituzionale/territoriale:

 

OBIETTIVI

TIPOLOGIA DEI SERVIZI OFFERTI DAI DOCENTI UTILIZZATI NEI PROGETTI CONTRO LA DISPERSIONE SCOLASTICA

Favorire lo sviluppo di processi di continuità socio-psico-educativa dell’utenza in relazione ai cicli scolastici

Valutazione delle situazioni di rischio e monitoraggio nel continuum formativo attraverso il supporto tecnico ai team dei Docenti per la progettazione di adeguati interventi mirati.

Monitorare i dati di valutazione degli alunni, nonché i crediti e i debiti formativi scolastici a livello di area e di provincia

Raccolta ed elaborazione dati relativi alla dispersione scolastica;

Raccolta dei dati relativi alla valutazione degli alunni nonché dei crediti e debiti formativi scolastici.

Facilitare l’apertura e la collaborazione tra le scuole al fine di creare uno spazio di negoziazione dei bisogni nel rispetto dell’identità e della specificità delle singole Istituzioni

Ricognizione dei bisogni condivisi;

Promozione della cooperazione tra le scuole attraverso:

Riunioni Osservatori di area

Raccolta e analisi della documentazione progettuale delle singole istituzioni scolastiche

Promozione di Accordi di Rete tra le scuole.

Promuovere, all’interno della singola unità scolastica, azioni volte alla realizzazione di un efficace raccordo tra reti di scuole

 

Partecipazione alle attività di formazione integrata promosse dall’Osservatorio di Area;

Incontri assembleari con gruppi di genitori rappresentanti delle diverse classi dell’istituto, volti alla socializzazione delle attività di rete particolarmente significativi che richiedono anche la loro partecipazione;

Partecipazione alle attività di coordinamento promosse e calendarizzate dagli Osservatori di Area.

Favorire la ricerca e lo sviluppo dell’innovazione metodologica e didattico-educativa nell’ambito di reti di scuole per prevenire e contrastare le difficoltà di apprendimento

 

Partecipazione dei docenti utilizzati in attività psicopedagogiche su reti di scuole alle attività formative promosse dagli Uffici Scolastici Provinciali e dall’Ufficio Scolastico Regionale;

Costituzione di banche dati e raccolta di documentazione psicopedagogica e didattica;

Percorsi formativi rivolti ai docenti dei diversi ordini di scuola volti all’attivazione di ricerche-azioni sulle difficoltà di apprendimento e sulla gestione delle dinamiche conflittuali all’interno dei gruppi classe;

 

Sostegno alla progettazione e coordinamento delle attività relative ad interventi in rete interscolastica, interistituzionale (P.O.R./P.O.N., Piani Integrati di Area, Patti Educativi Territoriali, etc…..).

Coordinare gruppi di lavoro con docenti impegnati in attività di orientamento e tutoraggio in relazione all’assolvimento dell’obbligo scolastico e formativo

Progettazione di percorsi formativi rivolti ai Docenti delle Scuole in rete mirati alla realizzazione di attività di tutoraggio e orientamento.